Attività didattiche

Parco naturale Gran Bosco di Salbertrand

Oltre alla tutela e conservazione delle caratteristiche naturali, ambientali e paesaggistiche del Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand, anche Sito della Rete Natura 2000, SIC: IT1110010 "Gran Bosco di Salbertrand" rientrano tra le finalità istitutive dell'Ente di gestione l'organizzazione del territorio per la fruizione a fini scientifici, culturali, didattici e ricreativi. Il Parco, nella consapevolezza della valenza educativa dell'Area Protetta e dell'Ecomuseo Colombano Romean, in collaborazione con accompagnatori naturalistici esterni, propone progetti di didattica ed educazione ambientale per le scuole di ogni ordine e grado.

Le proposte didattiche sono finalizzate a promuovere la conoscenza del territorio, dei suoi aspetti naturalistici e storici attraverso un metodo di indagine basato sull'osservazione, il contatto diretto, il ragionamento deduttivo, l'impiego e la valorizzazione dei cinque sensi.
Gli argomenti sono stati selezionati tenendo conto dell'età e dei percorsi scolastici dei ragazzi in modo da garantire un approccio graduale e non ripetitivo alle tematiche affrontate.

Parco naturale Laghi di Avigliana

Il Parco naturale dei Laghi di Avigliana, localizzato all'imbocco della Valle di Susa, pur nella sua limitata estensione, riveste un notevole interesse storico e naturalistico: nel Parco sono presenti tre biotopi diversi intimamente interconnessi, costituiti dai due laghi, dai rilievi collinari e dalla Palude dei Mareschi, Sito d'Importanza Comunitaria. Data la posizione geografica infatti, è uno dei più importanti siti dell'Italia occidentale per lo svernamento dell'avifauna. La zona umida dei Mareschi riveste interesse per la garzaia di aironi cenerini, la vegetazione presente e l'abbondante fauna anfibia.

Da 20 anni propone progetti di attività didattica alle scuole di tutti i livelli relativi alla conoscenza approfondita del territorio che ci circonda, sia dal punto di vista delle valenze ambientali e naturalistiche  sia per ciò che riguarda l'imponente retaggio storico e culturale. Le attività sono strutturate in modo da accompagnare le programmazioni didattiche ministeriali.

Metodi e materiali d'uso sono periodicamente aggiornati con l'inserimento di nuove tecniche audiovisive (video animazioni, ecc...) e con proposte che prevedono laboratori di manualità, dalla cucina al cucito, dalla living history alle tecniche di biomonitoraggio di campo.

Tutte le attività prevedono delle lezioni in classe (facoltative) e una o più uscite sul territorio del Parco.

Parco naturale Orsiera Rocciavré

Le proposte didattiche del Parco naturale Orsiera Rocciavrè sono volte alla conoscenza diretta dell'area protetta che possiede un grande valore naturalistico e didattico pur trovandosi a poche decine di chilometri dalla metropoli. Un ambiente naturale capace di svolgere un ruolo di rilievo nell'educazione del ragazzo-cittadino, per lo sviluppo di comportamenti responsabili e propositivi di salvaguardia del patrimonio ambientale.

Accompagnamenti naturalistici someggiati

Grazie alla presenza, tra le guide del Parco, di accompagnatori naturalistici someggiati, è possibile richiedere accompagnamenti e attività con gli asini per diffondere la conoscenza e la valorizzazione dell'asino in ambito naturalistico e storico rendendolo protagonista di un percorso didattico e ricreativo rivolto a tutte le scuole.

Il Nodo di Educazione Ambientale

Il Nodo di Educazione Ambientale è il polo di didattica ambientale nato dalla collaborazione tra Parco Orsiera-Rocciavrè, Ecomuseo dell'Alta Val Sangone, Osservatorio per l'Ambiente (Palazzina Sertorio), il Giardino botanico Rea e il nuovo LabSol di Coazze. A partire da quest'anno, si aggiunge un altro importante elemento a questa rete di cultura e conoscenze multidisciplinari: la Miniera di Garida, uno splendido e affascinante complesso minerario, da visitare con il casco in testa e la torcia in mano!

Il Nodo di Educazione Ambientale ha il proprio fulcro nei locali dell'Ecomuseo dell'Alta Val Sangone e nel LabSol, a Coazze. Qui le scuole potranno usufruire delle attrezzature scientifiche del laboratorio, per lo svolgimento di attività di scoperta e costruzione sperimentale della propria conoscenza, e degli spazi dell'Ecomuseo appositamente riorganizzati per l'accoglienza delle scolaresche e la presentazione del Parco. Ma tutto il territorio della Val Sangone diventa laboratorio all'aperto, perché ogni prato, ogni sorgente, ogni bosco e da quest'anno anche ogni miniera, offre innumerevoli possibilità di scoperta e conoscenza.

Parco naturale Val Troncea

Il Parco naturale Val Troncea propone alle scuole una serie di escursioni giornaliere per scoprire il territorio affrontando i diversi aspetti che lo caratterizzano, dalla botanica alla fauna, dalla geologia all'antropologia.

Durante le passeggiate gli argomenti saranno trattati con gradi di difficoltà adatti alle fasce d'età e concordando con gli insegnanti gli aspetti da evidenziare.