Una sosta per il Piviere tortolino nel Parco naturale Gran Bosco di Salbertrand

Progetti di ricerca scientifica - in corso

ricerca scientificapiviere tortolinoinanellamentososta Assietta

Protezione e tutela di un importante ecosistema alpino individuato come sito di sosta durante la migrazione post riproduttiva dal Piviere tortolino e da altre specie di uccelli

Il progetto ha come scopo principale la tutela di un'area costituita da prateria alpina e da una piccola torbiera ad una quota di circa 2450 mt, all'interno del Parco naturale Gran Bosco di Salbertrand, che funge da sito di sosta del Piviere tortolino Charadrius morinellus e altre specie ornitiche durante la migrazione post riproduttiva (vedi scheda allegata). Tale opera di tutela è resa necessaria dalla presenza della vicina strada carrozzabile dell'Assietta (Strada Provinciale 173), molto frequentata nel periodo di studio, con conseguente disturbo antropico caratterizzato dall'elevata presenza di escursionisti.

Ulteriore scopo del progetto è quello di aumentare le conoscenze dell'avifauna presente nell'area di studio attraverso il monitoraggio visivo e la tecnica dell'inanellamento scientifico, e di acquisire dati sulla presenza del Piviere tortolino, con la determinazione di sesso ed età degli esemplari osservati nel periodo di passaggio migratorio stabilito sulla base di dati pregressi tra il 20 agosto e il 15 settembre.
E' inoltre svolta un'attività complementare di ricerca che prevede l'utilizzo di anelli colorati con codici alfanumerici applicati specificatamente al Piviere tortolino, che ci permetterà di studiare oltre ai movimenti migratori anche la biologia ed il comportamento della specie con particolare riferimento alla composizione dei gruppi e i giorni di permanenza nell'area.

Referente

Giuseppe Roux Poignant (funzionario responsabile dell'area vigilanza Parco Gran Bosco di Salbertrand).
e-mail: rouxpoignant@alpicozie.eu

Collaborazioni

Il monitoraggio è effettuato dal personale guardiaparco titolare di abilitazione per l'attività di inanellamento scientifico (Gianfranco Ribetto, Domenico Rosselli e Giuseppe Roux Poignant) e collaboratori.

Il progetto è sostenuto economicamente da Federparchi (Federazione Italiana Parchi e Riserve Naturali), tramite il Fondo Italiano per La Biodiversità finanziato da: "Le acque della salute Uliveto e Rocchetta" del gruppo Co.Ge.Di. International Spa.

Durata del progetto

2013-2017

Rilevanza

Internazionale, nazionale, regionale, locale (Parco Naturale Gran Bosco di Salbertrand).

Approfondimenti sul web

Allegati