ultimo aggiornamento: 16/01/2024

VINCA Livello I - Screening

vincaRete natura 2000

In collaborazione con la Regione Piemonte, sono state effettuati gli screening di VIncA per 13 tipologie di Progetti, Interventi e Attività (P/I/A) che, a determinate condizioni e solo per alcuni Siti, hanno ottenuto giudizio positivo di incidenza.

Questi P/I/A, identificati come “pre-valutati” dovranno essere unicamente sottoposti alla verifica di corrispondenza tra quanto proposto e quanto oggetto di “pre-valutazione”, pertanto non saranno sottoposti alla fase di screening specifico.

Verifica di corrispondenza alle prevalutazioni

Qualora il P/I/A rientri tra le 13 tipologie pre-valutate il proponente deve compilare il format corrispondente e allegare l’eventuale documentazione tecnica progettuale al seguente indirizzo alpicozie@cert.ruparpiemonte.it indicando come oggetto “Vinca prevalutazioni – nome de progetto”.

Elenco dei P/I/A pre-valutati e dei relativi format

  1. Manutenzioni ordinarie e straordinarie, restauri e risanamenti conservativi, ristrutturazioni ed ampliamenti di singoli edifici esistenti (per impianti fotovoltaici e solari si veda il punto 5): MODELLI in formato.pdf, formato.odt, formato.docx

  2. Manutenzioni ordinarie e straordinarie delle seguenti infrastrutture: reti viarie, ferroviarie, acquedotti, fognature, linee elettriche e telefoniche, gasdotti, oleodotti, viabilità forestale, sentieri e piste ciclabili, canali irrigui e industriali, impianti di telefonia fissa e mobile, per l’emittenza radiotelevisiva e per la banda ultra larga: MODELLI in formato.pdf, formato.odt, formato.docx

  3. Recinzione di lotti di pertinenze di edifici esistenti o recinzioni atte contenimento del bestiame, anche a carattere provvisorio: MODELLI in formato.pdf, formato.odt, formato.docx

  4. Recinzione di orti e frutteti: MODELLI in formato.pdf, formato.odt, formato.docx

  5. Realizzazione di impianti solari fotovoltaici, termici e termodinamici sui tetti degli edifici comunque destinati o a terra all’interno di pertinenze di edifici esistenti: MODELLI in formato.pdf, formato.odt, formato.docx

  6. Realizzazione di silos, vasche di stoccaggio: MODELLI in formato.pdf, formato.odt, formato.docx

  7. Edifici di nuova costruzione o sostituzione edilizia, non soggetti agli strumenti urbanistici esecutivi, da effettuarsi all’interno delle perimetrazioni dei centri o nuclei abitati definite o individuate in applicazione della normativa urbanistica vigente: MODELLI in formato.pdf, formato.odt, formato.docx

  8. Realizzazione di edifici o strutture o opere di arredo ad uso pertinenziale quali ad esempio box, ricoveri attrezzi, tettoie, piscine, depositi per acqua, gas o altri servizi per utenze domestiche, ecc.: MODELLI in formato.pdf, formato.odt, formato.docx

  9. Posa e manutenzione di opere di arredo o similari, al di fuori di aree pertinenziali di edifici (staccionate, bacheche, manufatti didattici, segnaletica escursionistica, panche, tavoli): MODELLI in formato.pdf, formato.odt, formato.docx

  10. Manifestazioni, gare, fiere e attività di fruizione (turistica, ricreativa, culturale, sportiva non agonistica): MODELLI in formato.pdf, formato.odt, formato.docx

  11. Manifestazioni/eventi non agonistici su viabilità chiusa al transito di mezzi motorizzati e su rete sentieristica: MODELLI in formato.pdf, formato.odt, formato.docx

  12. Posa di nuove antenne di telefonia mobile su edifici esistenti o in aree già dedicate: MODELLI in formato.pdf, formato.odt, formato.docx

  13. Realizzazione di opere temporanee per attività di ricerca nel sottosuolo che abbiano carattere geognostico, ad esclusione di attività di ricerca di idrocarburi, nonché i carotaggi e le opere temporanee per le analisi geologiche e geotecniche richieste: MODELLI in formato.pdf, formato.odt, formato.docx

Qualora una o più caratteristiche progettuali non siano rispettate, procedere con screening specifico, compilando il format di screening inserito nel paragrafo di seguito.

Screening specifico

Qualora il P/I/A non rientri tra le 13 tipologie pre-valutate o non ne rispetti le caratteristiche, il proponente deve compilare il format di screening (fare link al documento) e allegare la documentazione tecnica progettuale al seguente indirizzo alpicozie@cert.ruparpiemonte.it indicando come oggetto “Vinca screening – nome de progetto”.

Per concludere positivamente lo screening di VIncA, senza necessità di procedere a VIncA appropriata (evitando un aggravio per il proponente e per l'Amministrazione competente), il proponente, al momento della presentazione dell'istanza, deve integrare formalmente nel P/I/A proposto le Condizioni d’Obbligo, assumendosi la responsabilità della loro piena attuazione.

Le Condizioni d’Obbligo sono una lista di indicazioni, caratteristiche progettuali o di gestione del P/I/A o dell’area interessata, che hanno la funzione prioritaria di indirizzare il proponente ad elaborare correttamente il contenuto del P/I/A così da rendere nullo o minimo il rischio di incidenza su specie e habitat di un Sito o sul Sito nella sua interezza.

Il rispetto delle Condizioni d’Obbligo è condizione necessaria, ma non esaustiva, affinché lo screening di incidenza del P/I/A si concluda positivamente, senza necessità di procedere a Valutazione Appropriata.

Potrebbe interessarti anche...