last update: 08/02/2022

Le ali della libertà - Val Sangone

didatticaofferta didatticaproposte didatticheVal Sangoneresistenza

Imparare a scegliere

La nostra proposta ci porta a cercare nelle valli e per le montagne dei Parchi delle Alpi Cozie i luoghi dove sono state scritte le drammatiche pagine della Storia della Resistenza nella Seconda Guerra Mondiale. Non solo per non perderne la memoria, ma anche per stimolare la necessità e il dovere di saper scegliere. Essere Partigiani significa essere di parte, per esserlo bisogna acquisire
gli strumenti necessari a poter scegliere fondendo l’emotività con la conoscenza. Le uscite si svolgeranno in terreni caratterizzati da un ambiente tipicamente montano e saranno proprio i luoghi stessi suggerirci la continua necessità di saper scegliere: sentieri, attrezzature, difficoltà, consapevolezza dei propri limiti fisici ed esperienziali.
Percepire il nostro vivere la montagna in libertà e senza confini invalicabili come un regalo di chi ci ha preceduto e di quanto grande sia la nostra responsabilità a mantenere questi diritti, ponendosi anzi l’obiettivo di ampliarli ulteriormente con un rinnovato altruismo.

Uscita in Alta Val Sangone
Si raggiunge con il pullman Forno di Coazze per sostare al Monumento ai Caduti e alla Fossa Comune. Un luogo dove i soli rumori sono quelli del vento tra gli alberi e lo scroscio del vicino torrente che nel nostro percepire può essere rappresentativo di una montagna come luogo di pace e che con difficoltà si riesce ad immaginarlo rotto da raffiche di mitra e lamenti di dolore testimone di un momento di grande dramma per la comunità locale. Dopo un breve trasferimento si lascia il bus per raggiungere su facile percorso la Palazzina Sertorio (1400 m.) luogo di violenti scontri tra partigiani e nazifascisti, narrati anche dalle visibili tracce di proiettili sui muri.
Le Valli che confluiscono a Giaveno - paese Medaglia d’Argento al Valor Militare - sono state terreno di innumerevoli atti di guerra e violente rappresaglie che cercheremo di raccontare leggendo i diari dei partigiani tratti sia da opere di autori più “colti” (Ada Gobetti, Massimo Mila) che dei più semplici valligiani. Il tutto attraversando un bellissimo territorio con spettacolari viste su cascate nascoste, in mezzo ad antichi boschi di castagni e faggi, cercando tracce di selvatici e voli d’aquile nel cielo. A seconda delle capacità dei gruppi sarà possibile rientrare seguendo un percorso ad anello su un sentiero leggermente più impegnativo.
Si arriva a sfiorare appena i limiti del Parco, ma se ne possono ammirare i paesaggi d’alta quota che si sviluppano dal Colle della Roussa alla punta del Rubinet alla scoperta della poco conosciuta Alta Val Sangone.

PERIODO: Aprile, maggio, giugno settembre, ottobre, novembre
SCUOLE: Dalla terza classe della scuola primaria alle superiori
DURATA: intera giornata
COSTI: € 140,00 per gruppi - classe fino a 25 persone
MEZZO DI TRASPORTO CONSIGLIATO: autobus (trasporto a carico della scuola)
ABBIGLIAMENTO: pantaloni lunghi, scarpe da montagna impermeabili, zainetto con pranzo al sacco e borraccia

You may also be interested in ...