Fortificazioni

Le Fortificazioni in Valle di Susa

Veduta del Forte di ExillesAnnibale, Giulio Cesare, Carlo Magno, il generale Catinat sono solo alcuni dei grandi condottieri che hanno percorso con i loro eserciti la Valle di Susa.

A causa della posizione geografica strategica rispetto ai numerosi valichi di collegamento con i territori d'oltralpe, nei secoli si sono moltiplicate le opere fortificate. Soprattutto a partire dal XVIII secolo, quando l'Alta Valle di Susa e la Val Chisone passarono sotto il dominio dei Savoia, in seguito a sanguinose battaglie come quella che si svolse presso la Testa dell'Assietta il 19 luglio 1747, episodio decisivo della Guerra di Successione d'Austria, emerse la necessità di costruire opere che potessero sbarrare ai Francesi l'accesso a Torino.

In seguito all'Unità d'Italia e al deteriorarsi dei rapporti con la Francia sul finire del XIX secolo l'intervento fortificatorio riprese vigore. La Prima guerra mondiale vide, al contrario, un progressivo smantellamento delle opere con lo spostamento sul fronte austriaco delle principali linee difensive. La fortificazione del confine però ricominciò con l'ascesa del fascismo e la costruzione del cosiddetto "Vallo Alpino".

- Forte del Sapè
- Fortificazione di Exilles
- Il Vallo Alpino
- Le Fortificazioni dell'Assietta

Potrebbe interessarti anche...