ultimo aggiornamento: 23/08/2018

Fornitori

Elenco fornitori dell'Ente per il normale funzionamento

La procedura di gestione dell'attività contrattuale per il normale funzionamento dell'Ente è definita con riferimento al quadro normativo ridefinito dalla Legge di stabilità 2016 (Leggi n. 94/2012 e n. 208/2015).

  • per acquisti d'importo inferiore alle soglie comunitarie - fissate dal Regolamento U.E. n. 1336/2013 della Commissione del 13 dicembre 2013, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea in data 14.12.2013 - l'ente ha l'obbligo di utilizzare il Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione MePA - introdotto dall'articolo 7, comma 2, del d.l. n. 52/2012, convertito nella legge n. 94/2012,
  • per acquisti di importo inferiore ai € 1.000,00 l'Ente non è obbligati all'uso del l Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione MePA - come disposto dell'art. 1 commi 502 e 503 della Legge 28 dicembre 2015 n. 208 (Legge di stabilità 2016),
  • sono canali di approvvigionamento le Convenzioni quadro definite dalla CONSIP Spa, il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione e l'elenco fornitori approvato annualmente con specifica determinazione dell'Ente redatto sulla base dei criteri approvati con il Decreto del Commissario n. 6/2012;
  • l'Ente si rivolge alle Convenzioni quadro definite dalla CONSIP Spa e in via succedanea al MePA per tutti gli acquisti, d'importo inferiore alle soglie comunitarie appena richiamate, di beni e servizi necessari per il normale funzionamento e sugli stessi disponibili;
  • per le forniture di valore unitario inferiore ad € 1.000,00 I.V.A. inclusa, l'Ente può utilizzare, come canale di approvvigionamento, le Ditte iscritte nell'Elenco fornitori o il Servizio di Economato dell'Ente;
  • se il MePA non mette a disposizione la categoria merceologica relativa al prodotto che si intende acquistare, l'Ente procede con un acquisto autonomo, dandone motivazione nella determinazione a contrarre o nel buono d'ordine per il normale funzionamento emesso sulla base del decreto del Commissario n. 6 del 17.02.2012, con il quale è stata approvata la Direttiva per le Acquisizioni in Economia;
  • in situazioni caratterizzate da indifferibilità, urgenza e non prevedibilità, l'Ente fa ricorso alle Ditte iscritte nell'elenco fornitori usando i prezzi dei prodotti disponibili sul MEPA come parametri;

Modulo iscrizione Albo Fornitori: Documento (DOC)


Solo fatturazione elettronica

Dal 1° gennaio 2015 i fornitori dell'Ente devono produrre esclusivamente fatture elettroniche, nel rispetto delle specifiche tecniche reperibili sul sito www.fatturapa.gov.it.

Il Decreto 3 aprile 2013, n. 55 del Ministero dell'Economia e delle Finanze, ha approvato il regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica, ai sensi  dell'art. 1, commi da 209 a 213, della Legge 24 dicembre 2007, n. 244. L'art. 1, comma 209, dispone che "l'emissione, la trasmissione, la conservazione e l'archiviazione delle fatture emesse nei rapporti con le amministrazioni pubbliche [...], anche sotto forma di nota, conto, parcella e simili, deve essere effettuata esclusivamente in forma elettronica".

Le eventuali fatture ricevute in formato non elettronico devono essere necessariamente restituite perché emesse in violazione di legge.

Il Codice Univoco Ufficio dell'Ente (Nome ufficio fattura Uff_eFatturaPA) da indicare in fattura è UF6STY

I dati completi dell'Ente di gestione delle Aree Protette delle Alpi Cozie sono presenti all' Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IndiceIPA):

Nella fattura elettronica, oltre al "Codice Univoco Ufficio" inserito obbligatoriamente nell'elemento "Codice Destinatario" del tracciato della fattura elettronica, vanno indicate anche le seguenti informazioni (qualora comununicate dall'Ente al fornitore in fase di ordinativo):

  • Codice Unitario Progetto, Elemento del tracciato della fattura elettronica: Codice CUP
  • Codice Identificativo Gara, Elemento del tracciato della fattura elettronica: Codice CIG

L'Ente è soggetto allo split payment e le fatture devono contenere la dicitura "Imposta da non versarsi ex art.17 ter del DPR 633/1972".

Potrebbe interessarti anche...