Colle Orsiera Itinerario escursionistico

Punto di partenza: Pra Catinat [1785 m], Fenestrelle (TO)
Dislivello: m 810
Difficoltà:

E  (Volendo proseguire in cima, il canalone va da E a EE a seconda della stagione. Per salire in punta F. Vedi note).

Tempi di percorrenza: 2h15
Accesso in auto:

percorrere la S.P. 172 preferibilmente da Depot, da dove al settimo km. ca., dopo aver sorpassato la fontana di Prà Catinat, si raggiunge il punto in cui il sentiero Gta attraversa la strada.

Si ricorda che la S.P. 172 è chiusa con ordinanza provinciale all'altezza degli ex Sanatori Agnelli dal 01/11 al 15/06.

Punti di interesse: itinerario vario e con bei scorci panoramici dove, con un po' di fortuna, si possono avvistare camosci e varie specie di volatili.


Descrizione dell'itinerario:

Il sentiero n° 335 proviene dalla borgata Puy, situata nella parte bassa del vallone dell'Orsiera. Lasciata l'auto dove il 335 attraversa la strada provinciale, ci inoltriamo nel lariceto seguendo una traccia evidente ed abbastanza comoda, che mantenendo pendenza costante ci porta a superare un primo impluvio, e dopo alcuni minuti, al Rio dell'Orsiera. Attraversatolo, ci portiamo in una zona di prati e bosco rado. Dopo alcuni tornanti anche ripidi, si esce dal bosco a quasi 2200 m. e si supera un panettone erboso imboccando il vallone dell'Orsiera, chiuso ad Ovest dalle propaggini della Punta 2719 m., e ad Est dalla q. 2530 m. La traccia qui diventa più esile ma comunque evidente e, restando sulla destra orografica, ci porta ad una fontana. Proseguendo, dopo un traverso, si arriva in una zona pianeggiante e punteggiata dai massi franati dalle vicine pareti, dove troviamo l'incontro con il sentiero 368 del vallone Jouglard. 2460 m. ca., ore 2 dall’auto. Da qui si delinea la depressione del colle, che richiede ancora qualche sforzo per essere raggiunto, percorrendo un diagonale sempre sulla destra orografica, e due tornanti per toccare la depressione, a m. 2595, 2.25 ore dall’auto. Sulla cresta sono visibili i vecchi trinceramenti francesi del XVII secolo.

Note: diverse comitive non si fermano al colle, ma proseguono verso il Monte Orsiera. Il dislivello aumenta e l'escursione cambia carattere diventando un'ascensione su una cima di quasi 2900 m. con qualche passo su roccia. Dal colle il tracciato segue per pochi metri la cresta spartiacque e prima di raggiungere il gendarme ad Est del Colle percorre i pendii alla sua base, seguendo una traccia che si dirige verso la pietraia alla base del canalone Ovest. Risalire il canalone sul fondo di sfasciumi (faticoso, difficoltà EE) fino al Colletto tra le due cime.

Per raggiungere la cima principale (la Nord, verso la Val Susa, m. 2890, difficoltà F) si sale dal Colletto un metro su facili rocce, per spostarsi alla propria sinistra con un traverso su roccia di pochi metri (I grado, cengia visibile dal Colletto). Al termine della cengia ci si sposta a destra e si percorre la cresta quasi integralmente (passaggi esposti sul canalone E) arrivando alla cima; oppure si percorrono tracce a sinistra della cresta, lato Vallone Orsiera, fin sotto la verticale della cima (sotto la croce), e si superano le placche sotto di essa (meno esposto ma con qualche liscia placchetta). Passi di I grado in entrambe le soluzioni.  Considerare 1 h- 1.15 h dal colle.

Per la Cima Sud, 2878 m.: dal Colletto ci si porta alla base della paretina di roccia. Evitare di salire per un evidente camino davanti a noi, ma puntare ad un tratto di facili gradoni, sulla destra. Questi portano ad un terrazzino alla base di un breve diedro. Superato il breve diedro si esce (passo più difficile) su una cengia verso sinistra. La si percorre, trovandosi a monte del suddetto camino. Da qui si supera ed aggira la successiva cresta (sopra il canalone E) e per un sistema di brevi canalini erbosi e crestine rocciose si torna a destra. Si segue verso sinistra la breve cresta, a destra o sinistra del filo, giungendo all'ometto di vetta (difficoltà F, I-II grado specie all'inizio).

Dal Colletto dell’Orsiera la salita alle due cime si compie in pochi minuti. Riservata a persone avvezze agli itinerari alpinistici, che non soffrano i tratti esposti.

La salita al Monte Orsiera è effettuata di preferenza dal canalone Est, per il minor dislivello ma soprattutto per la maggior comodità del canalone Est rispetto all'Ovest. Sarebbe comunque interessante scegliere ad esempio di partire a piedi da Prà Catinat, raggiungere Saret del Campo, seguire l'itin. 336, poi il canalone Est, salire al Colletto dell'Orsiera, scendere per il canalone Ovest e tornare con l'itin. 335 a Prà Catinat (contare indicativamente 8-9 ore). Si raccomanda prudenza nel canalone Ovest, per non smuovere roccette e sfasciumi addosso ad altre persone.

Nei canaloni si può trovare neve fino ad inizio estate. Nelle mattine più fredde sono utili piccozza e ramponi in lega leggera.

Discesa:
lungo l'itinerario di salita. Dal Colle dell’Orsiera alla strada provinciale, ca. 1.30 ore.

 

Potrebbe interessarti anche...