immagine

L'Ecomuseo Colombano Romean entra a far parte dell'AIAMS

Ecomuseo Colombano Romean

mulino idraulicoAIAMS

A partire dal mese di agosto, l'Ecomuseo Colombano Romean è entrato a far parte dell'Associazione Italiana Amici dei Mulini Storici.

La nuova partecipazione è frutto della fattiva collaborazione avviata con l'Ecomuseo del Freidano, con sede principale nel complesso del mulino Nuovo di Settimo Torinese che, come l'Ecomuseo Colombano Romean, fa parte della Rete Ecomusei del Piemonte e si occupa di valorizzazione di mulini idraulici.
Presso l'Ecomuseo del Freidano, diversi spazi espositivi illustrano la memoria del luogo e le trasformazioni territoriali avvenute nel tempo grazie ai numerosi corsi d’acqua. L'Ecomuseo presta particolare attenzione alla storia idraulica dei mulini del territorio e  per questo motivo è stato individuato quale sede regionale dell’Associazione AIAMS. L'Associazione culturale ha per scopo la valorizzazione degli antichi mulini italiani, incoraggiando e sostenendo conferenze, seminari, mostre, pubblicazione di testi, saggi e articoli. L'intento è di riunire gestori, studiosi ed amici della cultura molitoria per lavorare insieme al censimento e catalogazione dei mulini esistenti, incoraggiare la nascita di altre Associazioni locali o regionali e di creare collegamenti con quelle esistenti in altri paesi.

Oltre al restauro e la valorizzazione del Mulino idraulico del Martinet, l'Ecomuseo Colombano Romean ha pubblicato finora due cahier dedicati a mulini e opifici idraulici:

- nel 2009 il Cahier ecomuseo n.7 "L'uomo l'acqua e la montagna" a cura dell'associazione Cultura e territorio da cui è nata la  mostra "L'uomo, l'acqua, la montagna. Protoindustria nell'Alta Valle di Susa medievale"che raccoglie tutti i dati e ricche  illustrazioni ed è stata esposta presso il Mulino Nuovo del Freidano in occasione delle occasione delle Giornate europee dei mulini e nell’ambito delle attività in collaborazione con AIAMS.

- nel 2011 il Cahier ecomuseo n.16  "La storia del mulino idraulico del Martinet, dai diritti feudali di molitura all'Azienda Elettrica Comunale di Salbertrand"  frutto di un'attenta ricerca d'archivio, descrive ottocento anni di sfruttamento dell'acqua da parte della comunità di Salbertrand: dal 1298 ai giorni nostri, dal mulino idraulico a ruota orizzontale all'azienda elettrica comunale.

Dopo aver presentato nell'autunno 2017 il libro di Emanuela Genre Chi va al mulino.... Acque mulini e mugnai delle valli piemonesi è ora in programmazione la presentazione del nuovo libro di Emanuela Fili di canapa e olio di noci.

Nel 2019 anche l'ecomuseo parteciperà alle Giornate europee dei mulini... e le collaborazioni proseguono!

Contenuto fornito con licenza Creative Commons Attribution ShareAlike Italy License (CC BY SA)