immagine

Ad Avigliana la nuova sede del Centro di referenza regionale per la biodiversità degli ambienti acquatici

Laghi di Avigliana

Centro di referenza regionale per la biodiversità degli ambienti acquaticiizsplv

Venerdì 18 novembre alle ore 11 si inaugura nella frazione Bertassi di Avigliana il Centro di referenza regionale per la biodiversità degli ambienti acquatici dell'Istituto zooprofilattico sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta.

Nell’ambito della collaborazione avviata nel 2020 tra l’Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie e l’Istituto zooprofilattico sperimentale del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, si è sviluppata l’idea di insediare il nuovo Centro di referenza nella ex scuola della borgata, di proprietà del comune di Avigliana, in via Lino Maritano, dove nel 2008 il Parco naturale dei Laghi di Avigliana aveva allestito il Centro della biodiversità degli ambienti acquatici con annessa struttura attrezzata ad avanotteria e laboratori utilizzati per qualche anno dal centro di Biodiversità della facoltà di Veterinaria dell’Università di Torino.

Con l’inaugurazione del centro si concretizza il riutilizzo dei laboratori che permetteranno di sviluppare ulteriori collaborazioni tra i Parchi Alpi Cozie e l’istituto Zooprofilattico che, con il Centro di biodiversità degli ambienti acquatici, già  operano in convenzione nel monitoraggio di alcuni laghi alpini presenti nel territorio della valli Susa, Chisone e Sangone nell'ambito dei progetti  ALPLA - ALPine lakes: indicators of global change e PITEM Biodivalp.

Nel 2022, ad esempio, sono state eseguite attività di caratterizzazione delle acque del Lago Nero in val Thures e l'avviamento di un’attività conoscitiva della specie alloctona Procambarus clarkii o Gambero della Louisiana nei laghi di Avigliana che, grazie alla vicinanza con i laboratori del centro, rappresentano l'ambiente naturale ideale dove sviluppare progettualità con attività di gestione e sperimentazione.