immagine

Ambiente e rifiuti... un binomio impossibile!

Ente Parchi Alpi Cozie

educazione civicarifiutiriciclo

Sempre più frequenti sono i ritrovamenti di rifiuti abbandonati in discariche improvvisate nei prati, sui cigli delle strade, nelle scarpate e lungo le sponde dei corsi d’acqua ai margini delle aree protette e altrove. Dalle bottiglie contenenti liquidi industriali non ancora identificati nella zona tra Bertassi e San Francesco alle porte del Parco naturale dei Laghi di Avigliana a ingombranti tra cui elettrodomestici, vecchi materassi, pneumatici, materiale edile di scarto o bottiglie e sacchi di immondizia indifferenziata non c'è limite alla diseducazione.

Chi compie simili atti, a parte l'assoluta assenza di rispetto per la natura, forse non è pienamente consapevole del fatto che queste ignobili azioni si ripercuotono sull'ambiente ma anche sulle nostre tasche e sul futuro dei nostri figli.

Bisogna sempre ricordare che con la raccolta differenziata è possibile riutilizzare i materiali riducendo lo sfruttamento di risorse naturali ed energia e costi ed effetti negativi dello smaltimento sull'ambiente.

I rifiuti ingombranti possono essere ritirati gratuitamente a domicilio contattando il numero verde di riferimento, mentre la rimozione e lo smaltimento dei rifiuti abbandonati rappresenta un costo aggiuntivo che, per legge dello stato, è a carico dei contribuenti. I costi saranno infatti caricati sulla tassa dei rifiuti dell'anno successivo e a pagare saranno i cittadini rispettosi delle regole.

L'abbandono di rifiuti su suolo pubblico è un reato punito dalla legge.

Inoltre, ultimo ma non meno importante, tutti i rifiuti che lasciamo sulla Terra rappresentano una triste eredità per le future generazioni.

Ci associamo alla campagna di sensibilizzazione portata avanti dal comune di Villar Focchiardo, comune del Parco Orsiera Rocciavrè, "Natura morta e più costi per tutti" che aggiorna periodicamente sul proprio sito web istituzionale una galleria di immagini che documentano abbandono di rifiuti sul territorio comunale fornendo indicazioni per il ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti e il conferimento presso gli Ecocentri.

I Parchi Alpi Cozie, oltre a vigilare quotidianamente sul territorio protetto, propongono alle scuole attività e laboratori per sviluppare tematiche legate all’educazione ambientale, allo sviluppo eco-sostenibile e di tutela del patrimonio naturale, all'educazione al rispetto e alla valorizzazione del patrimonio culturale e dei beni pubblici comuni, anche in riferimento alla legge nazionale 20 agosto 2019, n.92 che prevede l’introduzione dell’insegnamento dell’educazione civica nelle scuole.

L'obiettivo è di sviluppare attenzione e riguardo per l'ambiente nelle nuove generazioni a cui appartiene e da cui dipende il nostro futuro.

Il senso civico e l'educazione delle persone dovrebbe indurre a limitare il più possibile il nostro impatto ambientale sul pianeta che ci ospita, preferendo la cultura del riutilizzo e il riciclo degli scarti prodotti... Insegniamo ai più piccoli per cambiare le cattive abitudini dei grandi!