immagine
Photo credit Giulia Puppin

iNaturalist va a scuola

Ente Parchi Alpi Cozie

inaturalistbiodiversità didatticacooperativa sociale coesa

Venerdì 29 settembre presso la Sala Palaconti di Bussoleno, Luca Maurino tecnico dell'Area Conservazione e gestione della biodiversità dei Parchi Alpi Cozie ha partecipato all'evento finale organizzato nell'ambito del progetto Tempo Curioso a cura della Cooperativa Sociale Coesa.

" L’evento finale del progetto educativo Tempo Curioso è stato una testimonianza del duro lavoro e dell’entusiasmo di tutti coloro che hanno contribuito a questi 3 anni di attività... l’evento si è aperto con una parte di conferenza che ha offerto una panoramica del progetto e sui risultati ottenuti mettendo in evidenza l’importanza di lavorare in sinergia tra associazioni, istituti scolastici, istituzioni e cittadini come comunità educante per sostenere la crescita delle nuove generazioni. "

Il progetto, sviluppato in diversi comuni della Valle di Susa con l'obbiettivo di promuovere un uso consapevole delle nuove tecnologie da parte dei minori, ha visto i ragazzi coinvolti in attività di educazione civica digitale e di citizen science per promuovere la scoperta del territorio e dell'ambiente utilizzando anche grazie all'impiego della app iNaturalist.

Durante l'incontro, davanti a un pubblico di oltre 50 persone, tra studenti con famiglie, docenti e referenti Coesa, Luca Maurino ha approfondito il funzionamento della piattaforma iNaturalist e in specifico del progetto “Aree protette delle Alpi Cozie”.

INaturalist è un social network che consente di condividere immagini e informazioni naturalistiche accrescendo le conoscenze sulla biodiversità. Al suo interno, il progetto “Aree protette delle Alpi Cozie” fa riferimento a un territorio di 4.221 Kmq dalla Valle di Susa sino alla Val Pellice che include tutte le ZSC e ZPS gestite dall'Ente e raccoglie migliaia di osservazioni naturalistiche al fine di elaborare le mappe di distribuzione delle specie consentendo all’Ente di implementare costantemente le sue conoscenze sul ricco patrimonio naturalistico che gestisce.

 

Potrebbe interessarti anche...