immagine

Monitoraggio ittico nei Laghi di Avigliana

Laghi di Avigliana

Life Predatorpesce silurocomune di Aviglianaparco laghi di avigliana

Da giovedì 9 novembre 2023 entra nel vivo l’attività operativa del progetto Life Predator nel Parco naturale dei Laghi di Avigliana. Per un periodo di 2 settimane le acque dei laghi Grande e Piccolo saranno interessate da un’intensa attività di monitoraggio volto ad acquisire informazioni quantitative e qualitative sulla popolazione ittica presente nei due bacini, in particolare sul pesce siluro. Il predatore alloctono invasivo, infatti, rappresenta una minaccia alle specie acquatiche autoctone e il suo contenimento è l’obiettivo del piano finanziato dal programma Life dell’Unione Europea. Dopo le perlustrazioni effettuate a inizio agosto con un drone subacqueo, da un punto di vista scientifico è ancora necessaria una fase di studio propedeutica all’approfondimento della conoscenza dei pesci che vivono nei laghi prima di passare alla localizzazione dei siluri e alla pesca selettiva.

In dettaglio, il lavoro di monitoraggio sarà effettuato da personale incaricato dall’Ente di gestione delle aree protette delle Alpi Cozie e avverrà in due modalità, secondo il Protocollo di campionamento della fauna ittica nei laghi italiani (ISPRA, 2014): tramite elettropesca e posa di reti. Il primo sistema prevede di applicare una scossa elettrica a varie profondità dei laghi per stordire temporaneamente i pesci che, salendo sulla superficie dell’acqua, vengono conteggiati, catalogati e misurati. Gli esemplari appartenenti alla specie Silurus glanis saranno prelevati e conferiti in apposite vasche dove una parte verrà utilizzata in successive attività di studio. Per la sicurezza di chi frequenta i Laghi di Avigliana, il Comune predisporrà un’apposita ordinanza con i divieti da osservare sul Lago Grande. Non saranno permesse attività di balneazione e subacquee mentre la navigazione e la pesca dovranno avvenire a 50 metri di distanza dall’imbarcazione che effettua le attività di campionamento, contrassegnata da una bandiera del progetto Life. Sul Lago Piccolo verranno installati cartelli informativi dal momento che balneazione e navigazione sono già vietati dal regolamento del Parco.

L’altra tipologia di monitoraggio avverrà tramite reti bentiche e mesopelagiche che verranno posate nell’acqua a diverse profondità, sia vicino alle sponde, sia nel centro di entrambi i bacini. I pesci catturati verranno portati a riva per i conteggi quantitativi e qualitativi della popolazione. Gli esemplari che non sopravvivranno alle operazioni saranno affidati all’Istituto Zooprofilattico Sperimentale che effettuerà successive analisi sulle condizioni generali dell’ittiofauna dei laghi. Inoltre, le specie alloctone prelevate saranno destinate al progetto Circolacqua, di cui i Parchi delle Alpi Cozie e il Comune di Avigliana sono partner. Si tratta di un piano sperimentale di economia circolare per l'utilizzo sostenibile delle specie invasive in ambiente acquatico nella filiera dei mangimi. Per ridurre al minimo i disagi alla frequentazione, i luoghi di posa delle reti saranno segnalati da apposite boe a cui gli utilizzatori del lago non dovranno avvicinarsi per evitare di compromettere i risultati dei monitoraggi.

Le sessioni di monitoraggio della fauna ittica verranno ripetute alla fine del Progetto Life Predator, prevista nel 2026, per la valutazione dei risultati di contenimento del pesce siluro.

 

Allegato: Progetto_101074458_LIFE21-SAP-NAT-IT-PREDATOR__11_.pdf

Potrebbe interessarti anche...