immagine

Al via la seconda edizione di PARCHI DA GUSTARE: IL MENU' DEL PARCO

Ente generale Parchi

parchi da gustaremenù del parcoaree protette piemontesiprodotti tipicienogastronomia

In occasione del  24 maggio, data di istituzione della prima area protetta d'Europa e Giornata europea dei Parchi, ritorna Parchi da gustare: il menù del Parco. Un'iniziativa promossa dal Settore biodiversità e aree naturali della Regione Piemonte che coordina le aree protette piemontesi, che per tutta l'estate coinvolgerà 23 parchi e 110 ristoratori  e consentirà ai visitatori di degustare i prodotti del territorio alla scoperta delle sue eccellenze gastronomiche.

Sono numerosi i ristoratori che hanno accolto l'invito delle Aree Protette delle Alpi Cozie e che aderiscono alla seconda edizione del Menù del Parco. Dal 24 maggio a fine settembre (consulta le date sull'opusco), nei 18 comuni dei Parchi, in Valle di Susa, Val Chisone e Val Troncea, rifugi alpini, ristoranti, agriturismi e antiche locande proporranno ai propri clienti un menù appositamente studiato a base di prodotti locali e di stagione, coltivati o prodotti dalle aziende agricole del territorio, tra cui sarà possibile degustare i "prodotti bandiera" dei Parchi delle Alpi Cozie: la toma d'alpeggio a marchio Formaggio tipico delle Alpi Cozie, il Plaisentif, l'antico formaggio delle viole, le varietà tradizionali di patate di montagna e la cipolla piatta di Drubiaglio.

Parchi da gustare: il Menù del Parco non si limita all'esperienza enogastronomica!
Per chi lo desidera, sarà possibile aderire alle iniziative organizzate dei Parchi e  dall'Ecomuseo Colombano Romean: escursioni tematiche, visite guidate e passeggiate teatralizzate... un assaggio di Natura e di Cultura che potrete scoprire nel calendario Eventi dell'Ente.

L'edizione 2017 del Menù del Parco è contro lo spreco alimentare!
Richiedere il Menu del Parco vuole anche dire avere a cuore la salvaguardia della natura e delle sue risorse. Solo in Italia, ogni anno, vengono buttati oltre 100 kg di cibo all'anno, per un valore di 8,4 miliardi di euro. Il fenomeno incide per circa il 5% delle emissioni che causano il riscaldamento globale e per il 20% nella pressione sulla biodiversità. È possibile combattere lo spreco facendo piccoli passi: chi seglierà il Menù del Parco potrà chiedere ai ristoratori il pratico eco-box "Avanzo&Mangio" per godersi a casa quello che avrà lasciato nel piatto. Attenzione! Le scorte di eco-box marchiate "Avanzo&Mangio" sono limitate, ma non fatevi scoraggiare e combattete lo spreco assieme a noi! Chiedete lo stesso un contenitore per portar via gli avanzi: non avrete un ricordo "griffato" ma avrete comunque contribuito a salvaguardare l'ambiente.

Scopri tutti i dettagli del Progetto "Parchi da gustare", promosso dalla Regione Piemonte e avviato nel 2015 con il censimento dei prodotti tipici dei parchi piemontesi, i produttori e i ristoratori, che ha portato alla realizzazione di due pubblicazioni Parchi da gustare - I ProdottiParchi da gustare - Le Ricette (Speciale Piemonte Parchi 2015 e 2016), due preziose guide che hanno saputo documentare in modo suggestivo e puntuale il lavoro dei parchi nel salvaguardare una ricchezza di saperi e sapori e che consentono di cogliere tutta la portata dell'espressione "biodiversità a tavola".

Sfoglia il depliant Parchi da gustare: il Menù del Parco per scoprire dove e quando, a partire dal 24 maggio, sarà possibile degustare il Menù del Parco:

Allegato: depliant_menu_del_parco_2017.pdf

Potrebbe interessarti anche...